PRXT33

La biorivitalizzazione iniettiva ha, però, un limite, legato proprio all’ago che può essere fastidioso in zone più sensibili del volto e lasciare per qualche giorno traccia del suo passaggio. Ecco, allora, che la ricerca si è orientata nella direzione di trovare un prodotto che non richiedesse la tecnica iniettiva, ma comunque in grado di dare buoni risultati nel ringiovanimento di tessuti non più “freschi”.

Nasce, così, il PRX-T33 : un dispositivo medico non iniettabile, a base di Acido Tricloroacetico non più come peeling, ma come biorivitalizzante. Questo grazie ad una nuova formulazione, in cui viene tolta la caratteristica di agire a livello superficiale (epidermide e derma) con la liberazione di ioni H+, che data la concentrazione, facevano precipitare le proteine incontrate distruggendo l’epidermide e lo strato superficiale del derma.

Questa azione, se era cercata per rimuovere gli inestetismi superficiali (macchie, microrughe, cicatrici da acne, ecc,) era però molto invasiva perché la riparazione richiedeva più di due settimane, caratterizzate da dolore, arrossamento, possibilità di macchie, e comunque isolamento sociale. La modulazione con acqua ossigenata, togliendo l’aggressività acida, ha mantenuto però questa azione alla parte del TCA che giunge nel derma superficiale, svolgendo azione biorivitalizzante, in quanto esercita azione di stimolo alla produzione di collagene, elastina e acido ialuronico.

Il PRX-T33 prende origine da questa sostanza, privata dell’azione esfoliante, mentre ne è stata potenziata la funzione biorivitalizzante. Con il suo impiego, quindi, si ha una leggerissima esfoliazione superficiale soprattutto nei giorni successivi al trattamento, che dà maggiore luminosità alla pelle, mentre esercita una stimolazione molto potente nel derma più profondo.

La tecnica di applicazione è particolarmente gradita: al posto delle temute “punturine” avremo solo bisogno di un massaggio profondo che il medico esercita secondo le linee di tensione elastica dei tessuti.

Le zone in cui il PRX-T33 trova maggiori indicazioni, oltre al viso nella sua totalità, sono ilcollo, dove spesso sono presenti quelle antiestetiche rughe circolari (collare di Venere), e ildecolletèe che presenta maggiormente i segni dell’invecchiamento cutaneo, quali pieghe longitudinali, cute poco idratata, macchie scure e capillari dovute, spesso, ad una esposizione solare esagerata.

Comments are closed