Filler e Radiesse

     FILLER 

Filler: le alterazioni dell’acido ialuronico presente nella pelle contribuiscono,nel tempo, all’invecchiamento cutaneo.Il filler è una ormai consolidata tipologia di trattamento riempitivo dermo-estetico che aiuta a ridurre le rughe, i segni d’espressione, e altre alterazioni caratterizzate da cedimenti.Si possono correggere mediante i fillers il contorno del viso, degli occhi, gli zigomi e le labbra, il naso e il mento. È possibile utilizzare il filler  anche per il trattamento di inestetismi legati ad esiti da acne o cicatrici. Il procedimento del filler quindi garantisce, attraverso iniezioni cutanee e sottocutanee, il rimodellamento e l’aumento di volume preesistente, . È un trattamento del tutto sicuro dal momento che il prodotto utilizzato no è altro che acido ialuronico, un composto totalmente compatibile con l’organismo umano, che viene prodotto naturalmente dalle cellule del nostro corpo per dare elasticità e stabilità ai tessuti del derma.

In cosa consiste l’interventoNasogeniene
Lo svolgimento del filler consiste in semplici iniezioni all’interno del derma o nei tessuti sottostanti di un gel ialuronato, essendo quest’ultimo un polimero donerà stabilità e una condizione più duratura alla nostra pelle.
L’acido ialuronico non è l’unico prodotto utilizzato, infatti, a seconda dei casi e della regione sulla quale agire è possibile avvalersi dell’uso di collagene o anche di acido polilattico.
Le applicazioni possono riguardare le zone più superficiali del viso mirate a correggere soprattutto le rughe di espressione, a differenza di un filler più profondo per trattaresolchi, depressioni o svuotamenti dei tessuti sottocutanei. Le iniezioni vengono praticate con aghi molto sottili e con delle modalità che variano a seconda dell’esigenza della zona sulla quale procedere e anche con micro cannule completamente indolore.
Il medico, infatti a seconda delle condizioni dell’area interessata deciderà di agire con iniezioni parallele rispetto alla cute, nel caso in cui, ad esempio, si vogliano riempire rughe leggere, oppure preferire applicazioni più perpendicolari rispetto alla pelle, facendo in modo di ricreare una sorta di reticolo ottenendo dei risultati più voluminosi.
Il dolore avvertito varia a seconda del soggetto tant’è vero che non sono previsti trattamenti anestetici se non particolarmente richiesti. Attualmente è possibile però trovare in commercio prodotti addizionati con anestetici che rendono il trattamento quasi del tutto indolore.
L’intervento si svolge completamente in ambulatorio nell’arco di 20-30 minuti, anche se a volte la durata può variare per motivi legati al paziente o alla zona sulla quale operare. Non è previsto alcun ricovero e nemmeno assunzione di particolari farmaci nel pre-intervento.

Dopo il trattamento

      Terminata la seduta medica è possibile ritornare subito alla normale routine dal momento che non sono previsti tempi di recupero. In rari casi è possibile riscontrare qualche effetto collaterale, legato principalmente all’azione dell’ago:  ecchimosi, intorpidimento, piccoli ematomi, edemi. Per evitare questi si possono usare anche cannule.

Effetti indesiderati

Tra gli effetti collaterali più gravi è persistenti, riscontrabili in rarissimi casi, si è osservato rossore persistente, edema intermittente o formazione di ascessi. Questi svantaggi sono però del tutto eliminabili dal momento che è possibile in seconda sede effettuare iniezioni di enzima ialuronidasi, in grado di scindere i legami dell’acido ialuronico, ripristinando così le normali condizioni.

Gli opportuni accorgimenti

Non ci sono particolari accorgimenti dei quali tener conto, se non evitare un’esposizione al sole per almeno 36 ore ed è inoltre sconsigliato l’uso di prodotti per il viso, quali creme, che possono presentarsi con un’azione troppo aggressiva nei riguardi della cute, danneggiando così i risultati auspicabili dal fillerdi
L’acido ialuronico esiste naturalmente in tutti gli organismi viventi ed è un componente universale degli spazi tra le cellule   dei tessuti del corpo  (spazio extracellulare). L’uso dell’acido ialuronico è ben documentato oltre che nella medicina e nella chirurgia estetica anche in altri settori della medicina quali la chirurgia oftalmica e l’ortopedia.
Negli ultimi vent’anni, più di 30 milioni di persone sono state trattate con successo con prodotti a base di acido ialuronico.
Si tratta di una molecola che ha una struttura chimica identica sia che si trovi nei batteri, negli animali o negli esseri umani. Essendo quindi chimicamente identico in tutte le specie e in tutti i tipi di tessuto, l’acido ialuronico presenta una totale biocompatibilità e non c’è bisogno di test di allergia.

RADIESSE

Filler unico nel suo genere approvato dalla F.D.A. negli Stati Uniti per la correzione delle pieghe facciali e delle rughe di grado moderato e severo, incluse le pieghe nasolabiali. E’ composto per il 30%da microsfere sintetiche di CaHA (idrossiapatite di calcio sospese in soluzione acquosa di gel) che si trovano anche nel tessuto epidermico. E’ un prodotto al 100% biocompatibile e quindi non e’necessario nessun test allergologico prima di sottoporsi al trattamento.
L’azione del prodotto è immediata e ha un’azione di stimolo del collagene naturale che darà un volume maggiore e una pelle più liscia. Durante l’iniezione, il gel in cui sono immerse le microsfere di CaHA opera una immediata azione correttiva e riempitiva. Ha un effetto più duraturo rispetto ad altri filler. Il prodotto non è permanente ma completamente biodegradabile dall’organismo umano.
La procedura è semplice, comoda e indolore in quanto nel prodotto è presente un anestetico (lidocaina 2%). Le indicazioni terapeutiche sono per il trattamento di:

- rughe periorbitali

- guance-pieghe nasolabiali

Radiesse

 
– commissure orali
– linee della Marionetta
– aumento labiale cutaneo
– filtri labiali
– piega del mento

– contorno labbra (vermiglio) zampe di gallina
– lobi dell’orecchio
– regione malare
– linea della mandibola e solco mascellare

– ringiovanimento della mano

Approfondimento

Quanti tipi di acido ialuronico esistono?

L’acido ialuronico utilizzato in medicina estetica è il frutto di complesse sintesi di laboratorio ottenute con l’ausilio di biotecnologie.
Oggi viene usato per lo più acido ialuronico di origine batterica Streptococcus equi detto anche NASHA (Non-Animal Stabilized Hyaluronic Acid) (tipo Restylane o Juvederm e altri)
L’acido ialuronico usato in medicina estetica è un gel sterile, viscoelastico, incolore e trasparente composto da molecole incrociate di ialuronato. La migliore qualità e la durata dei tempi di riassorbimento dell’acido ialuronico dipendono dalla quantità di molecole di ialuronato e dai legami intermolecolari presenti in 1 ml di prodotto.

Per quali difetti estetici viene utilizzato?

Il trattamento a base di acido ialuronico è indicato per la correzione di:
• Labbra: pienezza e turgore e bordo vermiglio.
• Volume e contorno delle labbra.
• Pieghe (es. quelle nasolabiali).
• Rimodellamento del contorno del viso (es. guance e mento).
• Rughe (es. glabellari e commessure orali).
• Rughe perioculari (“zampe di gallina”).
• Esiti cicatriziali post-acneici.
• Esiti cicatriziali post-traumatici.
• Inestetismi dei tessuti molli.
• Esiti di rinoplastica.

Come viene utilizzato l’acido ialuronico in medicina estetica?

L’acido ialuronico viene iniettato in piccolissime dosi nelle regioni interessate mediante una siringa dotata di un ago da 27 a 30 G.

Il trattamento può essere effettuato in ambulatorio?

Si. Le iniezioni di acido ialuronico vengono effettuate in ambulatorio e il trattamento dura 15-30 minuti.
Generalmente non è necessaria l’anestesia locale, ma talvolta può essere utilizzata una crema anestetica soprattutto per il trattamento di zone più sensibili come le labbra.
Solo nel caso di trattamento con fillers a lungo riassorbimento come il Restylane Sub Q usati per il trattamento del mento o della regione degli zigomi, oppure nel caso del Macrolane è consigliabile una anestesia locale o tronculare.

Quanto dura il trattamento?

L’acido ialuronico è un prodotto riassorbibile che può avere una durata che varia da 2 mesi a 1 anno.
I principali prodotti presenti in commercio possono classificarsi in base ai diversi tempi di riassorbimento nelle seguenti categorie:
• Fillers a rapido riassorbimento (2-3 mesi);
• Fillers a medio riassorbimento (5-6 mesi);
• Fillers a lento riassorbimento (1 anno);

Ogni mese vengono presentate nuove formulazioni di acido ialuronico. Sta al medico consigliare quello più adatto al tipo particolare di problema da risolvere.

Il risultato estetico è permanente?

L’acido ialuronico non è un filler permanente. Ciò significa che una volta iniettato, il prodotto viene progressivamente metabolizzato e quindi riassorbito dall’organismo con tempi variabili a seconda della zona trattata e del tipo di preparato utilizzato.
L’effetto di riempimento e aumento di volume o attenuazione delle rughe è immediato e dura dai 2 ai 12 mesi, dopodichè è possibile ripetere il trattamento periodicamente.

Il trattamento con iniezioni di acido ialuronico lascia postumi?

No. Nelle prime 24-48 ore dopo il trattamento a base di acido ialuronico può apparire un lieve rossore e la zona trattata potrebbe risultare leggermente più gonfia rispetto al risultato che si vuole ottenere. Raramente si può verificare un piccolo livido nella zona di iniezione.
Dopo qualche ora è comunque possibile coprire la zona che è stata trattata con del trucco o del rossetto.

Comments are closed