Fili di biostimolazione

I fili di biostimolazione sono un nuovo approccio per il trattamento antietà, per biorivitalizzare e rassodare i tessuti senza ricorrere alle “punturine” di acido ialuronico. E’ applicabile in ogni parte del corpo: nel volto, nel collo, nell’interno coscia, nelle braccia, nei glutei, nell’addome, nel decolletèe e nelle mani. Insomma in ogni parte del corpo che presenti lassità o cedimenti.

filiSi differenzia da altri sistemi in quanto non richiede né tagli, né suture. Il filo di PDO (polidiossanone) risulta essere
non tossico, apirogeno, ed è completamente riassorbito in 8 – 10 mesi. Nel frattempo i tessuti hanno generato una struttura naturale formata da fibroblasti e collagene che conferiscono tono ed elasticità alla pelle. Infatti non appena inserito il filo, secondo direzioni ortogonali tra loro a formare una griglia che contrasta i vettori gravitazionali che portano al rilassamento, comportandosi come corpo estraneo, viene rivestito da collagene, che costituirà la vera struttura di supporto desiderata. Il PDO è una sostanza usata da decenni in chirurgia per l’esecuzione di suture riassorbibili.

Si tratta di un meccanismo di sollevamento biologico autoindotto. Viene creata una bioimpalcatura di sostegno. Non esistono effetti collaterali, il paziente può riprendere la propria attività al termine del trattamento. L’indicazione è per i cedimenti e il rilassamento, o quando sia necessario un trattamento preventivo.

Risultati e vantaggi: rapido lifting dell’area trattata visibile già dopo la fine del rtrattamento ma netto miglioramento dopo 1 – 2 mesi. Rende la pelle elastica e vitale e aumenta il tono cutaneo. Miglior l’aspetto delle rughe e conferisce sostegno a ogni zona, anche a quelle difficili da trattare in medicina estetica (interno coscia e braccia, glutei, collo, codice a barre). Sono fili di sutura riassorbibili e innocui. Non sono richiesti tests allergici, il dolore è scarso e ben controllabile, per la maggior parte delle zone non è richiesta anestesia locale.

L’effetto dura da 8 a 18 mesi, in base al numero di fili utilizzati. Per il perdurare dell’effetto, è consigliabile una aggiunta di fili dopo 6 e 12 mesi.

Reazioni indesiderate sono: edema ed eritema per 24 – 48 ore dal trattamento, ematomi e in sede di impianto piccoli indurimenti transitori, sensibilità accentuata nella zona trattata, che scompare solitamente nell’arco di 1 – 3 giorni successivi al trattamento.

Controindicazioni: infezioni cutanee, herpes simplex recidivante (necessita la profilassi antivirale), collagenopatie, predisposizione a formare cheloidi gravidanza, allattamento, disturbi della coagulazione, aspettative esagerate che solo la chirurgia estetica può dare.

di biostimolazione

I fili di biostimolazione sono un nuovo approccio per il trattamento antietà, per biorivitalizzare e rassodare i tessuti senza ricorrere alle “punturine” di acido ialuronico. E’ applicabile in ogni parte del corpo: nel volto, nel collo, nell’interno coscia, nelle braccia, nei glutei, nell’addome, nel decolletèe e nelle mani. Insomma in ogni parte del corpo che presenti lassità o cedimenti.

Si differenzia da altri sistemi in quanto non richiede né tagli, né suture. Il filo di PDO (polidiossanone) risulta essere non tossico, apirogeno, ed è completamente riassorbito in 8 – 10 mesi. Nel frattempo i tessuti hanno generato una struttura naturale formata da fibroblasti e collagene che conferiscono tono ed elasticità alla pelle. Infatti non appena inserito il filo, secondo direzioni ortogonali tra loro a formare una griglia che contrasta i vettori gravitazionali che portano al rilassamento, comportandosi come corpo estraneo, viene rivestito da collagene, che costituirà la vera struttura di supporto desiderata. Il PDO è una sostanza usata da decenni in chirurgia per l’esecuzione di suture riassorbibili.

Si tratta di un meccanismo di sollevamento biologico autoindotto. Viene creata una bioimpalcatura di sostegno. Non esistono effetti collaterali, il paziente può riprendere la propria attività al termine del trattamento. L’indicazione è per i cedimenti e il rilassamento, o quando sia necessario un trattamento preventivo.

Risultati e vantaggi: rapido lifting dell’area trattata visibile già dopo la fine del rtrattamento ma netto miglioramento dopo 1 – 2 mesi. Rende la pelle elastica e vitale e aumenta il tono cutaneo. Miglior l’aspetto delle rughe e conferisce sostegno a ogni zona, anche a quelle difficili da trattare in medicina estetica (interno coscia e braccia, glutei, collo, codice a barre). Sono fili di sutura riassorbibili e innocui. Non sono richiesti tests allergici, il dolore è scarso e ben controllabile, per la maggior parte delle zone non è richiesta anestesia locale.

L’effetto dura da 8 a 18 mesi, in base al numero di fili utilizzati. Per il perdurare dell’effetto, è consigliabile una aggiunta di fili dopo 6 e 12 mesi.

Reazioni indesiderate sono: edema ed eritema per 24 – 48 ore dal trattamento, ematomi e in sede di impianto piccoli indurimenti transitori, sensibilità accentuata nella zona trattata, che scompare solitamente nell’arco di 1 – 3 giorni successivi al trattamento.

Controindicazioni: infezioni cutanee, herpes simplex recidivante (necessita la profilassi antivirale), collagenopatie, predisposizione a formare cheloidi gravidanza, allattamento, disturbi della coagulazione, aspettative esagerate che solo la chirurgia estetica può dare.

fili di biostimolazione sono un nuovo approccio per il trattamento antietà, per biorivitalizzare e rassodare i tessuti senza ricorrere alle “punturine” di acido ialuronico. E’ applicabile in ogni parte del corpo: nel volto, nel collo, nell’interno coscia, nelle braccia, nei glutei, nell’addome, nel decolletèe e nelle mani. Insomma in ogni parte del corpo che presenti lassità o cedimenti.

Si differenzia da altri sistemi in quanto non richiede né tagli, né suture. Il filo di PDO (polidiossanone)risultaessere non tossico, apirogeno, ed è completamente riassorbito in 8 – 10 mesi. Nel frattempo i tessuti hanno generato una struttura naturale formata da fibroblasti e collagene che conferiscono tono ed elasticità alla pelle. Infatti non appena inserito il filo, secondo direzioni ortogonali tra loro a formare una griglia che contrasta i vettori gravitazionali che portano al rilassamento, comportandosi come corpo estraneo, viene rivestito da collagene, che costituirà la vera struttura di supporto desiderata. Il PDO è una sostanza usata da decenni in chirurgia per l’esecuzione di suture riassorbibili.

Si tratta di un meccanismo di sollevamento biologico autoindotto. Viene creata una bioimpalcatura di sostegno. Non esistono effetti collaterali, il paziente può riprendere la propria attività al termine del trattamento. L’indicazione è per i cedimenti e il rilassamento, o quando sia necessario un trattamento preventivo.

Risultati e vantaggi: rapido lifting dell’area trattata visibile già dopo la fine del rtrattamento ma netto miglioramento dopo 1 – 2 mesi. Rende la pelle elastica e vitale e aumenta il tono cutaneo. Miglior l’aspetto delle rughe e conferisce sostegno a ogni zona, anche a quelle difficili da trattare in medicina estetica (interno coscia e braccia, glutei, collo, codice a barre). Sono fili di sutura riassorbibili e innocui. Non sono richiesti tests allergici, il dolore è scarso e ben controllabile, per la maggior parte delle zone non è richiesta anestesia locale.

L’effetto dura da 8 a 18 mesi, in base al numero di fili utilizzati. Per il perdurare dell’effetto, è consigliabile una aggiunta di fili dopo 6 e 12 mesi.
Reazioni indesiderate sono: edema ed eritema per 24 – 48 ore dal trattamento, ematomi e in sede di impianto piccoli indurimenti transitori, sensibilità accentuata nella zona trattata, che scompare solitamente nell’arco di 1 – 3 giorni successivi al trattamento.

Controindicazioni: infezioni cutanee, herpes simplex recidivante (necessita la profilassi antivirale), collagenopatie, predisposizione a formare cheloidi gravidanza, allattamento, disturbi della coagulazione, aspettative esagerate che solo la chirurgia estetica può dare.

 

Comments are closed